Documentare l’adolescenza: le immagini accattivanti di Justine Kurland, 20 anni dopo.

“Ho messo in scena le ragazze come un esercito permanente di adolescenti in fuga in resistenza agli ideali patriarcali”, afferma Justine Kurland delle sue Girl Pictures, scattate in 20 anni trascorsi sulla strada nel deserto del Nord America

I vari volti della natura selvaggia nordamericana sono lacerati dall’iconografia di romanticismo, ribellione, fuga e libertà. Qui i cowboy combattevano gli indiani, Butch Cassidy e Sundance Kid sfuggevano alla giustizia, Henry David Thoreau viveva nei boschi, Jack Kerouac andava per la strada e Timothy Treadwell cercava di capire gli orsi grizzly. È una narrazione profondamente maschile, tutta John Wayne, poeti Beat e Huckleberry Finn. Ma dove sono le ragazze?

Ovviamente ci sono state donne sulla strada, che hanno corso e si sono ribellate tanto quanto i ragazzi. La fotografa Justine Kurland era una di loro. Per 20 anni, ha fatto viaggi di molti mesi attraverso gli Stati Uniti in un vecchio furgone verde, esplorando e scattando foto. Aveva un certo numero di soggetti, ma tra il 1997 e il 2002 si è concentrata sui Girl Pictures, mettendo in scena immagini ispirate alle fughe adolescenti, immagini che ricordano la modernità e il mito.